sabato 27 agosto 2011

Sporchi da morire - di Marina Bisogno

Sporchi da morire

25/08/2011 

È prevista per l’autunno di quest’anno l’uscita del docufilm “Sporchi da morire”(vedi anteprima) che denuncia i danni irreversibili dell’incenerimento dei rifiuti alla salute e all’ambiente.

martedì 9 agosto 2011

Lettera aperta ai cittadini di Valcanneto



Quello che abbiamo fatto, quello che dobbiamo fare

La pausa politica dovuta all'avvicinarsi del ferragosto, ci offre la possibilità di fare un primo resoconto di quanto fin qui realizzato e di quanto già in programma nelle prossime settimane.

Canapini: "Se l'impianto provoca danni alla salute, lo rifiuto"

Prendiamo atto della dichiarazione del sindaco Canapini, che nel caso di accertati danni per la salute umana, rifiuterebbe il progetto dell'impianto a Pizzo del Prete.

lunedì 8 agosto 2011

giovedì 4 agosto 2011

VERBALE DELLA RIUNIONE DEL COORDINAMENTO DEL 2 AGOSTO 2011



Il  giorno 2 agosto 2011 le sottoelencate associazioni/comitati si sono riunite  in Assemblea ed hanno costituito formalmente il

Coordinamento Rifiuti Zero per il Lazio
(coordinamento dei  comitati e delle associazioni no discariche, no inceneritori)

Pasqualino Santori: Allevare bio, con l’incubo-discarica

AGRISOLE 5-18 agosto 2011
La stalla biologica di Pasqualino Santori tra pochi mesi si troverà a un chilometro dall’inceneritore di Roma

Allevare bio, con l’incubo-discarica

mercoledì 3 agosto 2011

Comunicato importante

Abbiamo appreso la notizia, che stiamo tuttora verificando, di una raccolta fondi al fine di finanziare un ricorso al TAR o altre iniziative in merito al piano rifiuti della Regione Lazio.
Teniamo a precisare che tale iniziativa non è stata intrapresa da questa Associazione che ne è completamente estranea.
Vogliamo sottolineare inoltre che, nella fase attuale del piano rifiuti, non essendo stata ufficializzata l'individuazione del sito da parte della Regione Lazio, i nostri legali hanno ribadito che non sussistono le basi formali per un eventuale ricorso al TAR.


Associazione Rifiuti Zero Valcanneto

martedì 2 agosto 2011

Rassegna stampa: Reggio Emilia, nuovo Piano Rifiuti: più differenziata e nessun inceneritore


Dal Resto del Carlino Addio all'inceneritore di Reggio Emilia (che ricordiamo, è in Italia, ma in un'altra regione...)


Porta a porta per circa metà della popolazione reggiana per raggiungere, entro tre anni il 67,1% di raccolta differenziata. E trattamento meccanico biologico dei rifiuti che, unito ad interventi in ambito di Area Vasta, dovrebbero allontanare lo spettro dell’inceneritore.